Tabelle rivalutazione I.S.T.A.T. sul trattamento di Fine Rapporto

 

Al 31 dicembre di ogni anno la somma complessivamente accantonata al 31/12 dell’anno precedente,
viene rivalutata (comma 4 articolo 2120 del codice civile) mediante un meccanismo di indicizzazione a base composta, costituito da due componenti: un tasso a misura fissa dell’1,50% ed un tasso a misura variabile pari al 75,00% dell' aumento (rispetto al mese di dicembre dell'anno precedente) dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, accertato dall'ISTAT.


In caso di erogazione del TFR in corso d’anno (per liquidazione o anticipazione), l’indice da considerare quello relativo al mese precedente (per le liquidazioni intervenute entro il 14 del mese) o del mese in corso (per le liquidazioni intervenute dopo il 14 del mese). In questo caso il tasso dell’1,50% considerato pro quota in dodicesimi.


Nella tabella per anni, sono indicati i tassi di rivalutazione a far data dal 31/12/1982 (data di prima applicazione del meccanismo della rivalutazione) fino ai nostri giorni, calcolati alla fine di ogni anno.E' bene ribadire che la rivalutazione viene fatta al 31/12 di ogni anno limitatamente alle quote calcolate negli anni precedenti, con esclusione quindi delle quote maturate nell'ultimo anno, i cui effetti inflazionistici acquistano rilevanza al 31/12 dell'anno successivo a quello di maturazione.

 

freccia.gif (300 byte) Tabella indici I.S.T.A.T. per gli anni da 1982 al 2009

freccia.gif (300 byte) Tabella indici I.S.T.A.T. per i mesi del 2010

 

        Roma 20 ottobre 2010

 

SEGNALA QUESTO SITO AD UN AMICO
Introduci la E-mail del destinatario: